domenica 11 agosto 2013

FALCHI SULLE PREDE.

Seguono la scia del loro predecessore, grande “difensore” non ci crede nemmeno lui, degli ITALIANI, Monti.
Landini, da tre mesi a questa parte onnipresente in quasi tutte le trasmissioni politiche nelle quali tra le argomentazioni ha sempre asserito che non avrebbe mai fatto politica attiva, che non sarebbe mai sceso in campo(!?); Rodotà utile per la causa, in quanto, osannato alla Presidenza della Repubblica, perdeva questa occasione solo per via del fatto che era il POPOLO che ne glorificava le lodi. Si presentano con nuovi simboli e cercano di attirare le prede, disorientate o in fuga dal PD e dal PDL e da improbabili defezioni dal Movimento 5 Stelle, sotto stretta osservazione e contrastato dalla politica.
Approfittano della futura perdita di voti del PDL per la debacle, voluta e forzata, del suo leader e dello sbando e disorientamento del PD in frammentazione continua per la sete di potere dei singoli, mascherata ad arte da Democrazia interna.
I Magistrati contro i politici, assorbiti e successivamente rigurgitati dalla stessa politica, i Sindacalisti contro il sistema capitalista, anch’essi assorbiti dalla politica che li arginati e ridimensionati.
GLI UNICI sempre se stessi, IN e IL MEZZO per raggiungere il potere usati, modellati a piacimento, convinti, spostati da destra, a sinistra con passaggi obbligati al centro e viceversa, ostinati ancora a credere di essere gli artefici del proprio destino e delle vicende del PAESE e ancora convinti di eleggere i propri rappresentanti, I SUDDITI!