venerdì 17 agosto 2012

05 giugno 2012

Dopo questa presentazione ci aspettavamo altre cose!

La corruzione piaga degenerativa dell’umanità, la politica veicolo di propagazione e contributo per la crescita di questa calamità. A pagarne le spese la popolazione soggiogata da un’illusoria Democrazia e nella piena convinzione di essere artefice della propria esistenza!
Questo da un analisi di chi, con molto dispiacere e con molta rabbia, subisce senza poter modificare questo andamento che porterà solo ad una sconfitta
economica, morale e civile.
Un Governo di tecnici chiamato per risolvere si è dimostrato un fallimento e come aggravante si è scagliato dispoticamente contro la popolazione più a rischio.
Per ridurre il debito pubblico non si permettono, complici e ormai assenti sindacati che annunciano ma non eseguono rimostranze, diminuzioni di salari, stipendi e pensioni ai lavoratori del privato. Caro professore del NOSTRO STIVALE, dove ha acquisito nozioni così assurde:
- Debito Pubblico dicembre 2010 € 1.909.192.000.000;
- Debito Pubblico marzo 2012 € 1.946.083.000.000.
Dopo questo fallimento un Governo che si rispetti doveva andare a casa, a meno di altri obblighi meno nobili, non scritti, tra questi il primo, traghettare al vitalizio i responsabili della catastrofe economica del Paese e consentire il riarmo con la creazione di nuove unioni all’insegna dell’”ONESTA’” e della “PULIZIA” due parole destinate a modifica sostanziale del significato dopo che la politica ne ha commesso abuso.