venerdì 17 agosto 2012

22 maggio 2012

Caro Monti… ti scrivo così mi distraggo un po’,
un suggerimento su come e dove trovare i miliardi di Euro o parte di essi che occorrono per la ricostruzione delle zone terremotate dell’Emilia.
Se proprio è impossibile ottenerli dai conti svizzeri occultati, dalla rinuncia all’acquisto dei caccia/bombardieri F35 oppure non si può fare a meno alla vita, consolidata e di difficile rinuncia, da naba
bbi che da Deputati e Senatori trascorrete:
Dal 2004 al 2011 gli italiani hanno speso nei casinò, resi legali e presumibilmente tolti alle gestioni mafiose, circa 374 miliardi di Euro. Nelle casse dello Stato, a fronte di questa mole di denaro, le entrate, solo l’11% contro il 30% previsto (???????), manca all’appello il 19% che ammonterebbe a circa 83 miliardi di Euro (???????). Il recupero di questi 83 miliardi di Euro come inizio, può sembrare piccola cosa in confronto a un debito di 2000 miliardi, però, che ne dice, invece di aggiungere sottrarre?
Non crede - piuttosto che aumentare, accise, tasse e balzelli, come siamo abituati ad assistere inermi, con azioni alla “Robin Hood” alla rovescia, che incrementano, senza ombra di dubbio, il disagio della popolazione più a rischio - sia più opportuna, degna di considerazione e meritevole di approfondito esame una soluzione così fantasiosa come quella su descritta?